Opere di urbanizzazione

Trova le imprese edili della tua città e confronta i preventivi!

Invia la tua richiesta per ricevere gratuitamente e senza alcun impegno più offerte per ogni tipologia di intervento.

Con Imprendo chiedi, confronti e risparmi!


Descrizione Opere di urbanizzazione

Le opere di urbanizzazione si distinguono in primarie e secondarie.

Per opere di urbanizzazione primaria si intendono tutti quegli interventi volti a rendere edificabile un’area. Interventi che comprendono: la realizzazione di strade, di reti elettriche e telefoniche, la realizzazione di reti fognarie e del gas ecc.. Sono considerate opere di urbanizzazione primaria anche: gli impianti cimiteriali comprese le vie di accesso, le zone destinate al parcheggio e tutte le costruzioni accessorie al cimitero, e i parcheggi realizzati nel sottosuolo o in locali posti al pian terreno di edifici già esistenti.

Per opere di urbanizzazione secondaria si intende, invece, la realizzazione di strutture di interesse collettivo come: scuole, aziende sanitarie, impianti sportivi di quartiere, aree verdi, ecc; opere volte cioè alla fruizione di una serie di indispensabili servizi sociali.

Se sei interessato al settore delle opere di urbanizzazione e vorresti capire meglio come funziona ed avere anche i nominativi delle ditte che se ne occupano, visita il portale Imprendo.org, inserisci la tua regione e avrai immediatamente tutte le informazioni di cui necessiti, compresi più preventivi opere di urbanizzazione, gratuiti.

Un elenco esaustivo del tipo di interventi che possono essere classificati come opere di urbanizzazione primaria e opere di urbanizzazione secondaria è contenuto nell’articolo 4 della legge numero 847 del 1964, modificata poi dagli articoli numero 41 e 44 della legge 865 dl 1971.

La realizzazione delle opere di urbanizzazione, soggette ovviamente a concessione edilizia, può essere messa a carico del richiedente della concessione in forma sia totale che parziale. Se non viene seguita questa prassi, le opere vengono pagate tramite un contributo commisurato all’incidenza dell’edificatore.

A stabilire l’ammontare di tale contributo è il singolo consiglio comunale tramite delibera. Nel caso in cui non sia possibile seguire questo procedimento, sono le regioni che decidono anche in base alla destinazione d’uso della nuova opera. Le denominazioni indicanti la tipologia di uso corrispondono a: destinazione residenziale artigianale, commerciale ecc.
 

Trova il professionista per Opere di urbanizzazione nella tua zona