{[adsense:type=leaderboard]}

Tasse troppo alte, imprenditore edile porta in piazza gli operai

News del di

Tasse troppo alte, imprenditore affianco dei dipendenti

La crisi economica e le tasse troppo alte hanno spinto un imprenditore a pagare i suoi stessi dipendenti affinché scioperassero. Quella attuata da Fabrizio Martin, titolare di una ditta edile di Santa Margherita Ligure, località in provincia di Genova, è stata una protesta nella protesta. Per lui, è stato un modo per far sentire la voce non solo di chi lavora in questo settore così importante, ma anche di chi offre il lavoro a tante persone. Un comparto che era un traino dell’economia nazionale attualmente si trova a fronteggiare una crisi come forse non si era mai vista in Italia. 

Fabrizio Martin, però, non ci pensa proprio a mollare come hanno fatto tanti altri suoi colleghi nel campo dell’edilizia. Vorrebbe poter espandere la sua attività, ma, allo stato dei fatti, si lamenta che non può permettersi di assumere neanche un operaio in più a causa delle tasse troppo alte.

Dati alla mano, a Martin ogni dipendente costa circa 3.700 euro al mese mentre in tasca al lavoratore vanno appena 1.500 euro; 1.700 sono di tasse e 500 di cassa edile. Ecco che ha deciso così di mettere in atto un gesto eclatante: pagare i suoi stessi operai per far incrociare loro le braccia, senza fargli perdere neanche un centesimo. Una battaglia che, assicura lui, proseguirà in prima persona. Non a caso è l’esponente per la zona del Icr - Imprese Che Resistono

Ed è stato proprio il Icr ha proclamare una serrata di quattro ore delle piccole imprese, dei commercianti, degli artigiani e di chiunque abbia una Partita Iva. Alla manifestazione, a fine novembre 2013, hanno aderito 250 ditte.

Lui stesso è sceso in piazza con i suoi dipendenti. Martin, inoltre, invita i sindacati a cambiare il loro modo di guardare al mondo del lavoro, in quanto imprenditori e operai si trovano sulla stessa barca e non si può più ragionare nel vecchio modo dove si contrappone “padrone” a “lavoratore”. Se la barca affonda, affogano tutti.

Immagini correlate


Link utili